spazio vuoto logo alto

ICONA Facebook666666 ICONA Flickr666666 ICONA Youtube666666

Banner News

 Si studieranno le potenzialità geotermiche delle isole minori italiane per superare la loro dipendenza energetica dall’esterno

Siglato l’Accordo Quadro di Collaborazione tra l’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e il Dipartimento Regionale dell’Energia della Regione Siciliana per investigare e individuare le potenzialità geotermiche di alcune isole minori siciliane, realizzando l’Inventario delle Risorse Geotermiche delle Isole Eolie (IRGIE)

L’INGV, attraverso la condivisione delle conoscenze acquisite, fornirà alla Regione Siciliana l’inventario delle risorse disponibili con la relativa valutazione delle loro potenzialità geotermiche e l’individuazione dei possibili utilizzi attraverso l’uso delle più moderne tecnologie.
Le isole minori italiane hanno sempre avuto una dipendenza idrica ed energetica dall’esterno: ciò crea condizioni sociali ed economiche peggiorative che non solo limitano lo sviluppo ma comportano anche grandi impatti ambientali.
Il Dipartimento dell’Energia fornirà per ogni isola delle Eolie, i dati di popolazione residente e del numero mensile di turisti, del consumo elettrico, del consumo idrico, di tutti gli impianti a fonte rinnovabile in esercizio e programmati, nonché dei pozzi d’acqua presenti. Saranno forniti anche i dati relativi alle principali attività produttive in relazione ai loro fabbisogni energetici (termici/elettrici).

È oramai inscindibile la collaborazione tra i due enti a conferma di un rapporto che si declina in innumerevoli aspetti della ricerca scientifica, oltre che del monitoraggio e sorveglianza dei vulcani siciliani.
Daniela Baglieri, Assessore dell'energia e dei servizi di pubblica utilità, e Carlo Doglioni, Presidente dell’INGV, sono molto soddisfatti della nuova convenzione tra le due istituzioni pubbliche.

È importante mettere a disposizione della collettività tutte le conoscenze scientifiche acquisite – afferma il Prof. Doglioni - Tutti gli abitanti e le amministrazioni delle isole minori soffrono per la dipendenza energetica dal continente. Individuare risorse energetiche proprie e offrire ai decisori politici gli strumenti per il loro utilizzo in totale sicurezza è una priorità della scienza. È fondamentale far sì che le piccole comunità, sociali ed economiche, non soffrano per eventuali disagi connessi alla dipendenza energetica. Inoltre, occorre considerare che un’energia prodotta in loco, economica e ambientalmente sostenibile, è oramai un obiettivo primario di ogni comunità sul pianeta”.

La collaborazione con gli enti territoriali nella condivisione degli stessi interessi nelle geoscienze è fondamentale per creare ponti attuativi della ricerca scientifica con la società civile.

La Convenzione ha una durata di 36 mesi e, al termine, tutti i risultati delle attività saranno oggetto di presentazioni pubbliche o di redazione di documenti scientifici a disposizione dell’intera collettività.

---

INGV-Sicilian Region | A new partnership to identify the geothermal potential of the Aeolian Islands

The geothermal potential of the smaller Italian islands will be studied to overcome their external energy dependence

The Collaboration Agreement between the Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) and the Regional Energy Department of the Sicilian Region has been signed to investigate and identify the geothermal potential of some smaller Sicilian islands, creating the Inventory of the Geothermal Resources of the Aeolian Islands (IRGIE).

The INGV, through the sharing of acquired knowledge, will provide the Sicilian Region with an inventory of available resources with the relative evaluation of their geothermal potential and the identification of possible uses through the use of the most modern technologies.
The smaller Italian islands have always had an external dependence on water and energy: this creates worsening social and economic conditions that not only limit development but also have major environmental impacts.

The Department of Energy will provide for each island, the resident population data and the monthly number of tourists, electricity consumption, water consumption, all the renewable source plants in operation and planned, as well as water wells present. Data will also be provided relating to the main production activities in relation to their energy needs (thermal/electrical).

The collaboration between the two institutions is now inseparable, confirming a relationship that is expressed in countless aspects of scientific research, as well as the monitoring and surveillance of Sicilian volcanoes.

Daniela Baglieri, Councilor for energy and public utility services, and Carlo Doglioni, President of INGV, are very satisfied with the new agreement between the two public institutions.

“It is important to make available to the community all the scientific knowledge acquired - says Prof. Doglioni - All the inhabitants and administrations of the smaller islands suffer from energy dependence on the continent. It is a science priority to identify energy resources and offer policy makers the tools to use them in total safety. It is essential to give to small social and economic communities, the possibility of not suffering from any inconvenience connected to energy dependence. Furthermore, it is necessary to consider that producing energy locally, which is economic and environmentally sustainable, is now a primary objective of every community on the planet”.

Collaboration with local authorities in sharing the same interests in geosciences is essential to create bridges for the implementation of scientific research with civil society.

The Agreement lasts 36 months and, at the end, all the results of the activities will be the subject of public presentations or scientific documents available to the entire community.

InfoPoint Eolie

Foto - Isole Eolie, Sicilia