Strumenti personali
Azioni sul documento

Terremoto del Mugello

01/03/2008

Il giorno 1 marzo 2008, a partire dalle ore 06:14 (ora locale), le stazioni della rete sismica nazionale hanno registrato una sequenza di eventi sismici nella zona del Mugello fra le province di Bologna, Firenze e Prato. Fino alle 11:51 (ora locale) sono state registrate complessivamente 76 scosse.
All’interno della sequenza, i tre eventi maggiori hanno superato magnitudo 4 e precisamente:
 - alle ore 08:43 (ora locale) e’ stata registrata una scossa di magnitudo ML=4.2 con coordinate epicentrali 44.08 ° latitudine Nord e 11.26° longitudine Est, localizzata fra i comuni di Barberino del Mugello, Vernio e Castiglione dei Pepoli;
 - alle ore 09:43 (ora locale) e’ stata registrata una scossa di magnitudo ML=4.1 con coordinate epicentrali 44.06 ° latitudine Nord e 11.22° longitudine Est, localizzata fra i comuni di Barberino del Mugello, Vernio e Cantagallo;
 - alle ore 11:43 (ora locale) e’ stata registrata una scossa di magnitudo ML=4.0 con coordinate epicentrali 44.07 ° latitudine Nord e 11.21° longitudine Est, localizzata fra i comuni di Barberino del Mugello, Vernio e Cantagallo;

Tutti e tre gli eventi, chiaramente risentiti dalla popolazione, sono piuttosto superficiali, con una profondita’ ipocentrale verosimilmente compresa fra i 3 e gli 8 km.
L’area dell’Appennino Tosco-Emiliano interessata dalla sequenza sismica in atto e’ storicamente caratterizzata da un attivita’ sismica di intensita’ medio-alta, con una magnitudo massima stimata di circa 6.2 attribuibile al terremoto del Mugello del 29 giugno 1919.
Nel settembre 2007, la stessa area e’ stata interessata da una sequenza sismica durante la quale sono stati registrati 16 eventi con magnitudo massima 2.4.
 

                                                                                          Il funzionario 

                                                                                        Antonio Piersanti