spazio vuoto logo alto

ICONA Facebook666666 ICONA Flickr666666 ICONA Youtube666666

Banner News

"CAMMINANDO SULLE TRACCE DEL MARE" è la nuova iniziativa di Scienza Partecipativa (Citizen Science) nata da un'idea delle ricercatrici CNR-ISMAR Francesca Alvisi e Silvia Merlino, in collaborazione con ricercatrici di altri istituti CNR (IRBIM di Ancona, ICCOM ed IPFC di Pisa), dell'Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) e dell'Unità comunicazione e relazioni con il pubblico del CNR. 

Lo scopo è promuovere una migliore conoscenza delle tematiche marine (Ocean Literacy) tra cittadini, insegnanti e studenti proponendo iniziative di citizen science “on-line” che possano svolgersi senza il bisogno di scendere in campo “fisicamente”.

A causa delle restrizioni di questi mesi dovute all'emergenza sanitaria causata dal COVID-19, non è stato possibile organizzare eventi pubblici e attività sul campo in occasione del World Oceans Day (WOD). Si è, perciò, pensato di partire da esperienze e risultati di progetti di divulgazione scientifica già acquisiti o ancora in corso, racchiudendoli in un'unica cornice che ne favorisca la diffusione e la partecipazione e che si ponga come punto di partenza per la realizzazione di progetti futuri in questo settore. 

Fra di essi vi sono: 

  • "Camminare sulle tracce del mare…" , collaborazione tra il CNR-ISMAR e l'Associazione Trekking Italia, che propone escursioni guidate a piedi per scoprire le tracce del mare anche dove apparentemente sembrano assenti, illustrando i 7 principi fondamentali dell’Ocean Literacy e le tematiche marine di ISMAR

(http://www.ismar.cnr.it/eventi-e-notizie/eventi/seminari/camminando-sulle-tracce-del-mare-1)

 

  • "SeaCleaner", collaborazione fra CNR-ISMAR, INGV, CNR-ICCOM, CNR-IPFC, che combina ricerca, scienza partecipativa ed educazione per sensibilizzare i cittadini e gli alunni sul problema dell'aumento dell'inquinamento da rifiuti antropogenici, in particolare quelli plastici in ambiente marino

(https://sites.google.com/view/seacleaner/home-page),

 

  • "WaterWeWaste"collaborazione fra CNR-ISMAR e l'Istituto Salesiano della Beata Vergine di San Luca di Bologna, volto ad approfondire le conoscenze dei giovani sul ciclo dell'acqua, l'importanza dell'uso e del consumo delle risorse idriche, il loro rapporto con l'impatto antropico e il clima,

 (https://www.waterwewaste.netsons.org/

 

  •  "Tipicità in Blu Festival", collaborazione fra CNR-IRBIM e Comune di Ancona, Camera di Commercio, amministrazioni locali e associazioni di pescatori di Ancona, in cui viene affrontato da diversi punti di vista il tema delle risorse ittiche.

(https://www.tipicitainblu.it/home-page/)

 

Attualmente sul sito “Camminando sulle tracce del mare”, piattaforma scaturita dalle esperienze maturate durante la realizzazione di questi 4 progetti, sono presenti dei brevi questionari anonimi indirizzati ai cittadini e volti ad indagare i loro comportamenti ed atteggiamenti durante l'emergenza di questi mesi.

Dopo la prima fase di questa azione indirizzata ai cittadini italiani, l’8 Giugno (World Ocean Day) partirà la seconda fase, di carattere internazionale, che coinvolge diversi partner tra cui Argentina, USA e Cina.

I questionari, tradotti al momento in 4 lingue (Inglese, Portoghese, Spagnolo e Cinese), hanno anche lo scopo di sondare, durante l’isolamento, alcuni aspetti della vita quotidiana dei cittadini anche di altri paesi come il consumo di acqua, di prodotti ittici freschi, nonché l'uso e lo smaltimento del materiale plastico, al fine di raccogliere dati e informazioni relativi alla loro consapevolezza ambientale, alla loro percezione e alle scelte di acquisto in questo particolare periodo e di rilevare eventuali cambiamenti negli stili di vita e nelle abitudini della popolazione di varie parti del mondo e confrontarli con quanto avviene in Italia.

“Camminando sulle tracce del mare” è raggiungibile al link: https://sites.google.com/view/camminandosulletraccedelmare/home

Link al pdf della locandina