spazio vuoto logo alto

ICONA Facebook666666 ICONA Flickr666666 ICONA Youtube666666

Banner News

Notte Europea dei Ricercatori all’Ingv, venerdì 25 settembre, con appuntamenti a Roma e Frascati, Pisa, Milano, Bologna, L’Aquila e La Spezia. Dallo tsunami in scatola ai terremoti e vulcani fatti in casa, dagli aperitivi scientifici al laboratorio goloso per bambini curiosi di scienza, fino al magnetismo…giochi di forze

Visite guidate ai laboratori scientifici e alla sala di sorveglianza sismica, laboratori didattici per capire, giocando, come funzionano i vulcani, terremoti e tsunami, incontri con i ricercatori. Sono i numerosi eventi organizzati dall’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV) in occasione della Notte europea dei ricercatori che si terrà, in contemporanea in tutta Europa, venerdì 25 settembre. La manifestazione, che quest’anno compie 10 anni, si propone di diffondere la cultura scientifica e di avvicinare il grande pubblico al mondo della ricerca.
A dare il via alle iniziative a Frascati, i laboratori didattici dei ricercatori della sede centrale dell’Ingv: martedì 22 settembre presso le Scuderie Aldobrandini, in Piazza Marconi, con “Hey kids – laboratorio goloso”, e il giorno seguente, nello spazio SAPERmercato della scienza e della conoscenza, con “Tu che terremoto sei? Salta e vedi sul monitor il tuo terremoto” e, a seguire, la presentazione del volume di Alessandro Amato, Andrea Cerase e Fabrizio Galadini “Terremoti, comunicazione e diritto. Riflessioni sul processo alla Commissione Grandi Rischi”. Mentre giovedì 24 settembre a presentare il libro “Terremoto e rischio sismico”, Giovanna Cultrera e Maria Grazia Ciaccio”.
Porte aperte e ricco programma di appuntamenti venerdì 25 settembre presso la sede di Roma dell’INGV, in Via di Vigna Murata 605, con visite guidate ai laboratori scientifici e alla sala di sorveglianza sismica, laboratori didattici per bambini curiosi di scienza e incontri con i ricercatori (http://www.frascatiscienza.it/pagine/notte-europea-dei-ricercatori-2015/il-programma/).
“A cosa servono i sismologi?” e “Non è terremoto tutto ciò che trema. Un viaggio alla scoperta di insolite vibrazioni terrestri”, sono i titoli dei due aperitivi scientifici organizzati dalla Sezione di Pisa dell’INGV, in Largo Ciro Menotti, dove, presso lo stand “la terra inquieta”, i ricercatori saranno a disposizione del pubblico per illustrare le affascinanti manifestazioni del nostro pianeta. Quattro, invece, gli appuntamenti presso la sede di Pisa, in Via della Faggiola 35, per conoscere I segreti della terra: “Clima e paleo clima”, “In viaggio tra i terremoti”, “le eruzioni vulcaniche” e “monitoraggio degli eventi franosi: stato dell’arte e prospettive”
(http://www.pi.ingv.it/eventi/2015/NotteRicercatori/Programma-INGV-Bright2015.pdf; www.bright2015.org)
“Magnetismo… giochi di forze” è il laboratorio didattico che si terrà a Milano, presso Il Museo della Scienza e della Tecnologia “Leonardo da Vinci”. Un modo per avvicinare i bambini alla conoscenza del geomagnetismo, attraverso la manipolazione e la creatività. “Il mestiere del ricercatore”, è invece il titolo del faccia a faccia tra ricercatori dell'INGV, Istituto Nazionale di Fisica Nucleare (INFN) e Istituto Nazionale di Astrofisica (INAF) e il pubblico (http://www.meetmetonight.it/museo-scienza-e-tecnologia/).
Costruire un vulcano, osservare i suoi meccanismi eruttivi, eruzione dopo eruzione...facendo le bolle! Vedere cosa accade quando una faglia si muove, osservare e misurare un terremoto fatto in casa. Lo tsunami in scatola per vedere come si forma l’onda anomala. Sono le iniziative dei ricercatori della sede INGV di Bologna che quest’anno si terranno presso il complesso monumentale del Chiostro di San Giovanni in Monte
(http://nottedeiricercatori2015.bo.imm.cnr.it/index.html).
Exhibit interattivi, video e postazioni di monitoraggio sismico all’Aquila, negli stand in Piazza Duomo, per sperimentare l’appassionante mondo della ricerca nelle Scienze della Terra. In occasione delle celebrazioni del centenario del terremoto nella Marsica del 1915, verrà anche proiettato il docufilm “Le radici spezzate”, realizzato da INGV ed Europe Consulting Onlus (http://sharper-night.lngs.infn.it/).
Anche alla Spezia vari appuntamenti promossi dai ricercatori della sede di Porto Venere: la conferenza “SeaCleaner: scienza e partecipazione per il futuro dei nostri Mari” presso il Circolo Ufficiali Marina Militare, con proiezione del filmato “Operazione golfo pulito”; il laboratorio in Piazzale Bergamini “Quando tutto il resto è lento, la scienza è rock&roll” sulle principali tematiche trattate dall’INGV; Infine un laboratorio didattico presso il Museo Tecnico Navale “Le scorrerie dei pirati lungo le coste liguri del 1400: segui le tracce del corsaro ottomano Dragut”. Un gioco che, attraverso un simulatore, ricostruisce una incursione di pirati in una ipotetica costa ligure con torri saracene e un villaggio medievale
(http://nottedeiricercatori.comune.genova.it/?page_id=500).
Le iniziative INGV si svolgono nell’ambito delle manifestazioni della Notte europea dei Ricercatori in Italia e dei progetti italiani promossi dalla Comunità Europea www.nottedeiricercatori.it