iten

EMERGEO si occupa del rilievo degli effetti geologici cosismici superficiali prodotti da terremoti e maremoti sull'ambiente naturale in Italia e nell'area mediterranea.  Gli effetti rilevati da EMERGEO sono prodotti dal terremoto sia come deformazioni permanenti sulla superficie terrestre, sia risultato degli effetti transienti, principalmente lo scuotimento. Gli effetti cosismici più comuni sono fagliazione superficiale, fratturazione, liquefazione, frane e crolli mentre per quanto riguarda i maremoti gli effetti sono legati al trasporto e deposizione di sedimenti nelle aree costiere, sia a terra che a mare, e alla modellazione/modificazione di forme geomorfologiche. Le caratteristiche degli effetti cosismici, in termini di dimensioni e distribuzione, sono legati alle caratteristiche principali dell'evento che li ha causati, pertanto, il loro rilievo fornisce preziose indicazioni sul terremoto stesso o sul maremoto. Per effettuare i rilievi e raccogliere un set di dati il più completo possibile, EMERGEO si avvale anche del contributo dei cittadini che, se hanno osservato effetti cosismici nell'ambiente naturale, possono segnalarlo rispondendo a questo questionario.

 

EmergeoWorkflow

 

EMERGEO è nato nel 2002 come gruppo informale di esperti nei rilievi geologici degli effetti cosismici per terremoti con M generalmente >5.5. Gli eventi che hanno colpito il territorio Italiano degli ultimi anni  hanno portato EMERGEO ad occuparsi anche del rilievo degli effetti dei maremoti sulle aree costiere e della fagliazione superficiale in ambiente vulcanico per terremoti anche di M inferiore. Emergeo si è attivato la prima volta per il terremoto che in quell’anno ha colpito il Molise. Nel 2003 (prot. n. 135 del 18.06.2003) il gruppo è stato ufficializzato dal Presidente Enzo Boschi come gruppo INGV che opera durante le Emergenze sismiche e successivamente riconfermato dai Presidenti  Stefano Gresta e Carlo Doglioni. Le attività di EMERGEO sono presenti anche nell'accordo INGV-DPC 2012-2021 come gruppo di intervento che contribuisce alla gestione dell'emergenza fornendo informazioni sui fenomeni cosismici causati dalla sismicità.

EMERGEO è oggi un gruppo trasversale all'INGV cui partecipa, su base volontaria e secondo le proprie competenze professionali, il personale delle diverse Sezioni territoriali afferenti e svolge attività durante le emergenze sismiche in autonomia scientifica e operativa attivandosi quindi, sia per motivazioni di ricerca che di servizio. Le attività di EMERGEO seguono un Protocollo Operativo  e, in caso di emergenza sismica, sono svolte in sintonia con gli altri gruppi di emergenza INGV, secondo il Protocollo di Ente per le emergenze sismiche e da maremoto. Nelle ore immediatamente successive all'evento, squadre di personale EMERGEO iniziano i rilievi nell'area epicentrale, o nelle aree costiere in caso di maremoto, e trasmettono le informazioni al personale in sede centrale (o nella sede INGV più vicina) che le organizza, elabora e analizza e rende disponibili per la Protezione Civile.

EMERGEO è guidato da un Comitato di Coordinamento e dai Contatti di Sede. Ciascuna sede INGV afferente EMERGEO ha un contatto di sede che lavora col Comitato di Coordinamento per l’organizzazione delle attività ed entra in operatività immediata in caso di evento nella regione.

I componenti di questi gruppi sono proposti dai partecipanti al Presidente, se necessario anche tramite elezione.

Attualmente il Comitato di Coordinamento è così composto (DP 81 del 31/05/2019):

  • Paolo Marco De Martini (RM1 - referente)
  • Stefano Pucci (RM1 - vicereferente)
  • Rosa Nappi (OV)
  • Raffaele Azzaro (OE)
  • Riccardo Civico (RM1)
  • Marco Caciagli (BO)

I Contatti  di Sede sono (DP 81 del 31/05/2019):

  • Bologna: Gabriele Tarabusi
  • Pisa: Paola Del Carlo
  • Catania: Stefano Branca
  • Grottaminarda: Maurizio Pignone
  • Palermo: Francesco Italiano
  • L’Aquila: Deborah Di Naccio
  • Roma: Luca Pizzimenti
  • Napoli: Giuliana Alessio