BETA

VERSIONE BETA     

Il 30 Dicembre 2020, il comune di Palmi (RC) ha firmato la delibera di adesione al programma pilota “Tsunami Ready”.
Dopo l’adesione di Minturno (LT), anche Palmi punta ad ottenere il riconoscimento da parte della Commissione Intergovernativa Oceanica dell’UNESCO, attraverso il conseguimento dei 12 indicatori (linee guida), per diventare il primo comune della Calabria “Tsunami Ready”.

TsunamiReady è un programma identificativo e volontario che promuove la preparazione della comunità locale al rischio tsunami sotto forma di collaborazione attiva tra le organizzazioni governative per la gestione delle emergenze, le amministrazioni locali e i cittadini. L’obiettivo principale del programma è quello di migliorare la sicurezza pubblica prima, durante e dopo le emergenze da tsunami. 

Le coste tirreniche e ioniche dell’Italia meridionale – in particolare i versanti della Calabria e della Sicilia – hanno un’alta pericolosità da tsunami. Le fonti storiche riportano molte osservazioni di tsunami avvenuti nel recente passato tra le provincie di Cosenza, a Nord, e Reggio Calabria a Sud. Il più recente e disastroso tsunami che ha colpito queste coste risale al 28 Dicembre del 1908. 

Il grafico sottostante mostra il numero di osservazioni dei maremoti nelle provincie tirreniche della Calabria dal 365 a.C. al 1908. La provincia di Reggio Calabria presenta il maggior numero di osservazioni per gli eventi del 1908 e del 1783.

Grafico Eventi ITED Calabria Tirrenica Palmi TsunamiReady

Fonti bibliografiche:

IOC-UNESCO - Tsunami Ready (Link esterno)
• Maramai, A., Graziani, L., & Brizuela Reyes, B. (2019). Italian Tsunami Effects Database (ITED). Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia (INGV). https://doi.org/10.13127/tsunami/ited.1.0